.
Annunci online

FilippoPataoner
Everything superfluous has to go...only the essential has to remain
Link
Email

FILIPPO.PAT@HOTMAIL.IT

Cerca



Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed

Visite
free counters


TOTALE VISITE 1 volte


politica interna
Area Ex Champignon
24 gennaio 2012
L'Adige 24/01/2012 pag. 29


Clicca per ingrandire



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 24/1/2012 alle 17:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 29/03/2011
4 maggio 2011

Oggetto: Accessibilità viabile e carenza di parcheggi pubblici relativamente alla nuova prevista Lottizzazione Cartiglio nr.60 posta a sud-est dell'abitato di Sasso.

La presente zona edificabile attestata anche da ultima revisione del PRG provinciale e denominata cartiglio nr.60, si sviluppa in maniera perimetrale in parte verso il lato sud ed in parte verso il lato est delle nuove case di ultima edificazione esistenti a lato della Via Tre Novembre. Attorno a tale edificabilità è prevista la nuova costruzione di un tronco di strada cieca di servizio alle abitazioni medesime che si allacciata in conseguenza alla Via Tre Novembre. Tutto il traffico veicolare è costretto, già oggi con sofferenza, a transitare attraverso la piazza dell' abitato di Sasso e la conseguente strizione della parte iniziale di Via Tre Novembre nel centro storico dell'abitato, ancor chè prima essere passata in quel del centro e piazza di Nogaredo. Non si può quindi pensare che il centro storico della frazione diventi prevalentemente arteria di transito al sevizio delle nuove abitazioni. Sempre in merito alla nuova lottizzazione del cartiglio nr.60 non è prevista alcuna costruzione di parcheggio pubblico correlato, gli unici parcheggi pubblici di nuova realizzazione verranno nella pertinenza della ped.87 (ex stabile Suore) in nr.di 15 posti macchina in fronte alla strada Via Tre Novembre, con ovvia deduzione che verranno in parte utilizzati dagli stessi proprietari della ped. Medesima.

Tutto ciò premesso,

Si interroga il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

    · Se sia già stata prevista una valida alternativa per l' accesso di Via Tre Novembre.

·     Se si possa riprendere in considerazione, magari con eventuali modificazioni progettuali, un'arteria di accesso lato verso valle rispetto all'abitato di Sasso a favore di tutta questa zona e per sgravare l'intero paese di Sasso di parte del transito.   

·     Se si possano prevedere dei parcheggi, anche seppur magari in numero ridotto, di utilità pubblica nelle immediate adiacenze delle future costruzioni del cartiglio nr.60; magari da concordare in fase di convenzione tra Lottizzazione e Amministrazione.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 4/5/2011 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 29/03/2011
3 maggio 2011

Oggetto: Pericolosità di transito a doppio senso di marcia su tratto superiore di Via Dei Colli.

Interrogazione per capire la possiiblità di instaurare un divieto tassativo nel solo senso di marcia verso valle quantomeno dal civico nr.20 al civico nr.5 , per salvaguardare l'incolumità delle persone abitanti nei pressi di detta zona, che attualmente prevede il doppio senso di marcia al cui punto più stretto misura appena 3 metri.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 3/5/2011 alle 21:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 29/03/2011
2 maggio 2011

Oggetto: Pericolosità del cunicolo di trinceramento lato sud ovest della Chiesa di San Leonardo di Nogaredo.

Interrogazione finalizzata a capire il proprietario della suddetta particella di terreno e comprendere l'interesse dell'amministrazione comunale nel rendere sicuro tale tratto onde evitare la caduta nel cunicolo dei bambini o anziani che dopo messa corrono in prossimità del "buco".




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 2/5/2011 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Sul giornalino Comunale...
17 aprile 2011

Nello spazio riservatoci abbiamo deciso di affrontare più tematiche che riteniamo di particolare importanza per il nostro Comune. In primis l’entrata del nuovo consigliere comunale Sig. Luca Miorandi in sostituzione del dott. Filippo Pataoner che è approdato nella nascente comunità di valle della Vallagarina. “Ammetto che non è stato semplice lasciare il Comune”, spiega Pataoner, “però in questo modo la nostra lista può contare su due rappresentati nelle istituzioni invece che uno solo”. “Ciò che conta”, puntualizza Miorandi, “è prendere atto che le interrogazioni portate in questi mesi in consiglio comunale dalla lista Nogaredo Guardiamo Avanti hanno già permesso di realizzare alcune importanti opere, fra le quali lo spazio riservato alle persone disabili in prossimità dell’entrata del comune (con tanto di cartello e segnaletica) e il progetto d’illuminazione pubblica della via per Sasso che nei prossimi mesi sarà completato. Passi importanti che denotano una forte responsabilità nel voler portare a termine obiettivi concreti e non solo supposizioni. “Pataoner ha dato una chiara connotazione alla lista Nogaredo Guardiamo Avanti”, continua Miorandi, “basata su responsabilità e voglia appunto di guardare oltre agli schieramenti per portare a termine obiettivi importanti. Con lo stesso spirito continuerò io questo lavoro come consigliere, e con la bella stagione inizieranno le riunioni sul territorio aperte al pubblico. Riunioni che avranno lo scopo di raccogliere informazioni direttamente dai cittadini e informare sui lavori della nostra lista in consiglio comunale e di quelli in Comunità di Valle da parte di Pataoner”.

Un lavoro di formazione e comunicazione che parte già ora, parlando in questo numero del periodico della Comunità di Valle. Sono infatti ormai passati alcuni mesi da quando, in ottobre dello scorso anno, la popolazione Trentina fu chiamata alle urne per esprimere il proprio voto in merito alle nascenti Comunità di Valle. Anche Nogaredo non fu da meno, dimostrando con un dignitoso 44,17% di affluenza alle urne di essere un comune attento e di votare con maggior passione rispetto agli altri sedici comuni di cui fa parte la nostra comunità. Analisi che deve far riflettere su moltissimi aspetti. Primo su tutti il reale coinvolgimento degli elettori in un processo nuovo e dai contorni ancora incerti, sia sul piano delle competenze che della reale rappresentanza. Già perché sono ben 17 i comuni che compongono il territorio di questo nuovo ente che rappresenta un’importante riforma istituzionale nella nostra Provincia. Ancora adesso però sono poche le informazioni che circolano e di fatto molti cittadini non conoscono ancora nel profondo com’è composta la nostra comunità. Abbiamo quindi deciso di dedicare questo spazio per informare tutti i compaesani su come evolverà il panorama istituzionale nei prossimi anni anche nel nostro comune per via delle comunità di valle.

Cosa sono: sono un ente sovra comunale. Si posizionano, cioè, ad un livello intermedio tra Provincia e Comuni. Una volta entrate nel pieno dell’esercizio delle loro attività, verranno soppressi i comprensori. Attualmente contiamo 11 comprensori, mentre le comunità saranno 16 (questo perché alcune comunità saranno formate da un numero minore di comuni rispetto a quelli che compongono i comprensori. Ad esempio, Folgaria, Lavarone e Luserna, che fanno parte del Comprensorio della Vallagarina, faranno Comunità a sé stante). La nostra comunità nello specifico è composta da un presidente e 43 consiglieri, 26 eletti direttamente con le elezioni dell’ottobre scorso e 17 nominati per ogni comune.

Attualmente lo statuto della nostra comunità è quello del comune di Vallarsa, motivo per cui sarà doveroso quanto prima istituire una commissione Statuto che dia vita ad un documento costruito sull’impronta delle nostre esigenze di comunità. Così com’è attualmente in fase di costruzione il regolamento che disciplinerà le commissioni della stessa comunità. Si tratta di interventi necessari per instaurare una solida base da cui partire con i lavori dell’assemblea.

Nel tempo la Comunità di Valle assumerà sempre più competenze da parte della provincia su delega dei comuni; questo a lato pratico si tradurrà in minor potere dei comuni che cederanno le proprie funzioni alla comunità. Questo tema sta infuocando i rapporti tra comune di Rovereto e comunità stessa, con la giunta del sindaco Miorandi poco incline a vedersi svanire competenze importanti come i servizi sociali della città della quercia. Lasciamo a voi lettori ogni personale interpretazione di come si potrebbe risolvere la questione, però vogliamo invitarvi a riflettere sulla questione e quindi lanciamo una domanda: Rovereto dovrà cedere le competenze oppure può legittimamente richiedere che tali funzioni rimangono in capo al comune? Potete lasciare i vostri commenti sul blog www.FilippoPataoner.ilcannocchiale.it

Così come potete intervenire per dire la vostra sulla futura rotonda che verrà costruita all’ingresso della frazione di Brancolino, che attualmente tiene sull’attenti i residenti che vogliono capire se la costruzione di quest’opera sarà propedeutica alla realizzazione di una nuova brettellina che si collegherà con il cavalcavia presente per poi allacciarsi alla variante che da Rovereto sposterà la viabilità sulla destra Adige. Timore tutt’altro che infondato, soprattutto se pensiamo che in data 6 agosto 2009 il comune di Nogaredo presentò alla Provincia due proposte di circonvallazione dell’abitato della frazione di Brancolino in virtù della presentazione da parte dei tecnici della Pat in quel periodo per “la realizzazione di una circonvallazione verso ovest con l’innesto alla rotonda dello stadio Quercia, l’attraversamento del fiume Adige in loc. S.Giorgio e l’utilizzo dell’attuale corsia autostradale, la quale sarà definitivamente deviata sotto l’abitato di Isera, senza tuttavia prevedere un collegamento vario alla S.P. n.90 sul territorio di Rovereto”. Una variante quella proposta che non teneva minimamente conto dei paesi della Destra Adige e che carica ulteriormente gli stessi di ulteriori veicoli. Proprio per questo motivo il comune di Nogaredo inviò due proposte di circonvallazione, sfruttando l’assestamento stradale in profondo cambiamento. Due le proposte inviate:

1 ipotesi: il tracciato si sviluppa poco prima del cimitero e attraversa obliquamente le campagne a valle del paese fino all’innesto con il sovrappasso autostradale esistente ed alla nuova viabilità di progetto.

2 ipotesi: la variante comincia nei pressi dello stabilimento della Marzadro e dopo aver attraversato le campagne e scavalcato l’autostrada poco prima delle aree di servizio si raccorda al nuovo tracciato.

Data la delicatezza della questione nelle settimane scorse è stata mia personale premura informarmi meglio della questione, ovvero se la realizzazione di questa rotonda è propedeutica alla realizzazione completa della prima ipotesi proposta dal comune (strada che attraversa obliquamente le campagne a valle del paese fino all’innesto con il sovrappasso autostradale esistente ed alla nuova viabilità di progetto). Perché è logico pensare che le cose possano andare di pari passo. Dalle informazioni ricevute in Provincia scopro che attualmente non c’è nulla di lontanamente deciso. La rotonda si farà ed è giusto che venga fatta. Almeno il traffico rallenterà in prossimità della frazione. Rimane comunque il fatto che la viabilità della S.P. 90 sarà sempre disastrosa e la dimostrazione è la riapertura del ponte di Ravazzone, dopo la quale il traffico è riaumentato. Credo sia doveroso che Rovereto abbia la propria variante ma è innegabile che una bella circonvallazione a fianco dell’autostrada risolverebbe definitivamente anche le problematiche di Brancolino e di Marano.

Noi crediamo che gli abitanti di Brancolino meritino risposte più mirate e concrete. Dobbiamo risolvere una volta per questa questione, sfruttando appunto il collegamento autostradale senza strane bretteline in perfetto stile (disastroso) di quella costruita un decennio fa a Villa Lagarina.

Vi ringraziamo per l’attenzione e vi invitiamo a segnalare qualsiasi problema:

Luca Miorandi

Filippo Pataoner

Articolo del giornalino Comunale Aprile 2011




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 17/4/2011 alle 12:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
La mia versione dei fatti
11 gennaio 2011
Questo comunicato stampa nasce dall'esigenza di prendere le distanze da quanto letto alcuni giorni fa sui quotidiani locali in merito alla nomina del consigliere della Comunità di Valle da parte del Comune di Nogaredo. In tale articolo si scriveva che il sottoscritto abbandò l'aula assieme alle altre minoranze e che le stesse non hanno mai ricevuto un trattamento adeguato di condivisione alle scelte del comune. Ecco la mia risposta:

L'Adige 11/01/2011 pag. 30


Clicca per ingrandire


La lista Nogaredo Guardiamo Avanti punta sulla qualità nel fare le cose, senza dover continuamente rivangare il passato come invece fanno alcuni membri delle minoranze.



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 11/1/2011 alle 10:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
politica interna
Saremo una fucina d'idee per il nostro Comune
23 dicembre 2010

La necessità di guardare avanti e contare di più sul panorama sia locale che provinciale. Con questi obiettivi la nostra lista si è presentata alle recenti elezioni comunali, perseguendo obiettivi e programmi decisamente innovativi per una comunità come quella di Nogaredo. Comunità che di fatto risente dell’influenza della vicina Rovereto e che con fatica riesce a farsi notare in un panorama come quello della Destra Adige tempestato da ben 5 comuni senza una linea programmatica comune. Per questo la nostra lista è stata l’unica a lanciare la possibilità di un’unione di comuni che possa dare vita nel tempo ad una realtà che possa erogare maggior servizi agli utenti. Non a caso l’eccessiva frammentazione amministrativa che caratterizza la Destra Adige è la principale causa delle difficoltà dei singoli comuni di rispondere ai problemi presenti. Situazione che si scontra con un’evidente omogeneità del territorio dal punto di vista storico, ambientale, culturale e non da ultimo economico. Unione di comuni e di forze che potrebbero pesare maggiormente sulle decisioni provinciali, basti pensare alla variante Owest di cui si parla tutti i giorni. Variante che sposterebbe il traffico ancora una volta sulla Destra Adige, senza possibilità di pesare su questo tipo di sentenze ormai già scritte. Una scelta, quella proposta dalla nostra lista, senza dubbio in controtendenza rispetto a quelle fatte finora, sulla quale ci sarà ancora molto da discutere, coinvolgendo tutti gli abitanti della Destra Adige.

Parallelamente a questo tipo di proposta sono state curate le svariate problematiche che affliggono il comune di Nogaredo, in primis la necessità di una programmazione più attenta in materia edilizia. Il nostro non è stato un “no” alla possibilità di nuovi insediamenti abitativi, ma al fatto che essi devono essere frutto di una crescita ragionata. Innegabile è ammettere che soprattutto la viabilità ha risentito molto delle lacune delle passate legislature, intasando le arterie principali soprattutto in direzione dell’abitato di Sasso che per forza deve transitare in piazza a Nogaredo, provocando non pochi disagi. Aumento del traffico che non è stato supportato dalla messa in sicurezza delle stesse strade, provocando non pochi disagi.

Anche per questi motivi in campagna elettorale abbiamo rilanciato la certificazione Emas come parametro qualitativo in materia ambientale ed energetica. Motivandola sulla base di una reale necessità di gestione più aziendale e meno pubblica delle risorse del comune. Risorse che attualmente mancano e che non sempre vengono impiegate in toto per il comune. Energie che però si concentrano nel territorio sotto forma delle numerose associazioni no profit che animano il comune. Pro loco e club che possono essere, se adeguatamente utilizzate, una risorsa non da poco per sistemare le piccole problematiche delle frazioni. In un’ottica di delegazione delle risorse appariva chiara la necessità di destinare compensi alle associazioni più meritevoli, affinché grazie alla forma del volontariato potessero essere risolte questioni importanti.

Tante idee e programmi che hanno portato la lista Nogaredo Guardiamo Avanti al 19% dei consensi, garantendo in questo modo una rappresentanza in consiglio comunale. Un risultato sicuramente importante che ci ha dato la giusta carica per continuare con vigore quel processo di ammodernamento che noi riteniamo alla base di una crescita intelligente del comune di Nogaredo. In questi mesi di attività sono state presentate numerose interrogazioni, relative a svariati aspetti locali quali viabilità e sicurezza, servizi per disabili e servizi di pubblica utilità.

Nel frattempo sono stato eletto nell’assemblea della comunità di valle, opportunità che amplia la rappresentanza della lista Nogaredo Guardiamo Avanti sul panorama amministrativo locale.

Di cose da fare ce ne sono parecchie, e tutti noi puntiamo su una buona sinergia sia con le altre minoranze ma soprattutto con l’attuale maggioranza, al fine di aiutare concretamente chi è tenuto ad amministrare la cosa pubblica e proporre soluzioni valide a problematiche che noi riteniamo importanti per la collettività. In questi anni sarà quindi compito della lista Nogaredo Guardiamo Avanti essere fucina d’idee al fine di portare un reale contributo nel nostro comune. Per questo motivo entro breve riprenderanno le nostre consuete assemblee e c’è in programma un periodico informativo che dia la possibilità di conoscere la nostra attività in consiglio comunale. Ovviamente per i più “moderni” c’è sempre il blog www.FilippoPataoner.ilcannocchiale.it per monitorare le attività.

Rivolgo inoltre un appello a tutti i cittadini...segnalate ciò che non va! Noi non possiamo essere presenti ovunque...solo grazie al vostro aiuto possiamo migliorare.

Filippo Pataoner

Nogaredo Informa pag. 12 - Periodico a cura del Comune di Nogaredo




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 23/12/2010 alle 12:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 29/10/2010
23 dicembre 2010

Oggetto: Parcheggio riservato ai disabili o anziani

Interrogazione finalizzata a richiedere uno spazio riservato in prossimità dell'entrata del comune per la sosta delle macchine con portatori di handicap o per anziani con problemi di deambulanza.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 23/12/2010 alle 12:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 18/10/2010 - Vaccinazioni
17 ottobre 2010
Oggetto: informativa al pubblico per vaccinazioni anziani del giorno 15 ottobre 2010.

Interrogazione finalizzata a capire come mai gli avvisi recanti data, ora e luogo per la vaccinazione antinfluenzale gratuita agli anziani sono stati esposti solamente il giorno prima del venerdì 15 ottobre, comportando in questo modo una scarsa comunicazione preventiva. Situazione che ha comportato una "non conoscenza" da parte degli stessi anziani sulla possibilità di ricevere il vaccino gratuito, consideranto soprattutto che le vaccinazioni si svolgevano la mattina per un tempo limitato, dalle 10.00 alle 10.15. Aggiungendo inoltre che all’arrivo del personale dell’azienda sanitaria l’ambulatorio era chiuso, comportando in questo modo un disservizio non solo per gli utenti del comune di Nogaredo, ma anche per i successivi incontri già programmati negli altri ambulatori in mattinata.



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 17/10/2010 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 11/10/2010
13 ottobre 2010
Oggetto: annaffiatoi presso il cimitero di Brancolino

Interrogazione a seguito della richiesta di alcuni residenti della frazione di sostituire gli annaffiatoi del cimitero a causa dello stato d'usura degli stessi e sull'eventuale necessità di sostituizione di altri annaffiatoi presso tutti i cimiteri del comune di Nogaredo.



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 13/10/2010 alle 16:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 12/09/2010
12 settembre 2010
Oggetto: messa in sicurezza di Via per Sasso.

Domani mattina sarà depositata un'interrogazione per sapere che tipo d'iniziative intenda prendere l'attuale amministrazione per provvedere alla messa in sicurezza di Via per Sasso, soprattutto nelle vicinanze del nucleo abitativo che costeggia tale via e in prossimità dello svincolo per Via Vignai.

Sul tema vorrei fare un po' di chiarezza in merito, per meglio comprendere ciò di cui stiamo trattando. La forte espansione demografica del Comune di Nogaredo ha oggettivamente incrementato il traffico stradale al suo interno. In particolar modo la frazione di Sasso è stata oggetto di nuovi insediamenti con un aumento consistente delle utenze abitative. Ciò ha contribuito ad aumentare il numero di vetture transitanti sia nel centro storico di Nogaredo che nell’unica via per accedere alla frazione, ovvero Via per Sasso. Contemporaneamente la stessa via ha visto la nascita di nuovi nuclei abitativi proprio a ridosso della strada, comportando di fatto una viabilità non più prettamente di semplice scorrimento veloce, ma soggetta a movimentazione di tipo urbano interquartiere.
Mi preme sottolineare che a questa instanza è seguita nei giorni scorsi una raccolta firme dei residenti di tale zona, (firme che allegherò all'interorgazione) per confermare la volontà dei cittadini di far presente questo tipo di problematica. Questo rappresenta un punto importante per la lista Nogaredo Guardiamo Avanti, che in campagna elettorale ha puntato molto sul futuro sviluppo abitativo, coadiuvato da una programmazione attenta del territorio, programmazione non avvenuta in passato. Inoltre l'operativita della raccolta firme dimostra l'organizzazione con la quale stiamo agendo tutti i giorni. 





permalink | inviato da Filippo Pataoner il 12/9/2010 alle 18:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Int. 07/09/2010
7 settembre 2010
Oggetto: Progetti futuri per Via Vignai

Interrogazione per fare luce sulle misure che intende attuare tale amministrazione comunale per affrontare l’annoso problema della cessione al demanio cittadino dell’attuale Via Vignai, questione giù da alcuni anni aperta e mai risolta.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 7/9/2010 alle 21:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Moz. 06/09/2010
7 settembre 2010
Oggetto: Integrazione articolo 31 Statuto Comunale.

Mozione destinanta ad integrare l’articolo 31 dello statuto Comunale, che disciplina le modalità di comportamento del pubblico durante le adunanze del Consiglio, prevedendo la possibilità che anche gli uditori possano porre 3 domande per argomento trattato in fase di dibattito. Tutto ciò nel pieno rispetto delle finalità dell’articolo stesso, che disciplina già perfettamente il carattere di rispetto e pacatezza che deve animare chi assiste alle sedute. Al fine di incentivare la partecipazione alle sedute comunali e la possibilità di interagire con gli elettori non solo in sede informale.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 7/9/2010 alle 21:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Ord. del G. 1/09/2010
2 settembre 2010
Come promesso gli scorsi giorni d'ora in poi pubblicherò interrogazioni (abbreviate nel titolo con Int.), mozioni (Moz.) ed ordini del giorno (Ord. del G.) frutto della mia attività di consigliere comunale. Per semplificare al massimo nel campo "oggetto" indicherò le finalità del documento proposto e lo descriverò a grandi linee. Se qualcuno fosse interessato ad avere tutta la documentazione non esiti a contattarmi.

Oggetto: "Proposta abbassamento contributo sale per riunioni pubbliche".

Il giorno 01/09/2010 ho depositato in comune un'ordine del giorno per abbassare drasticamente l'affitto delle sale comunali per riunioni ed incontri. Attualmente infatti sono gravosi gli oneri imposti dal comune per usufruire di uno spazio (circa 50 euro a serata), al quale è prevista una marca da bollo per presentare la domanda da 14,92 euro. Solo le Onlus e le associazioni che operano in un ambito di programmazione comunale sono esenti da tale tassa. In consiglio chiederò la possibilità di abbassare drasticamente l'affitto per tutte le sale, portando la quota a 15 euro con abolizione della marca da bollo per qualsiasi topoligia di assemblea; in virtù dell'effettiva possibilità d'incentivare la formazione politica e sociale dei residenti sul territorio della Destra Adige, concetto espresso anche dall'articolo 2 comma 2 dello statuto comunale di Nogaredo.

F.P.



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 2/9/2010 alle 20:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Ritrovamenti lungo l'Adige
2 settembre 2010



Le immagini scattate domenica 29 agosto 2010 ritraggono delle scene non nuove a quello che si può trovare passeggiando lungo l’Adige. La zona incriminata è localizzata nelle vicinanze dell’autogrill di Nogaredo Est accessibile da Via del Ponte a Brancolino. È noto a tutti in paese, ma soprattutto ai residenti di tale via, che ancora adesso qualche tossico ama passare la notte lungo l’Adige. In passato la zona era soggetta ad un vero e proprio traffico di stupefacenti e individui poco raccomandabili, situazione sicuramente migliorata con gli anni soprattutto per merito delle forze dell’ordine che stabilmente pattugliano la zona. Le foto scattate però ripropongono la drammaticità di questi episodi, soprattutto in un periodo nel quale la zona è frequentata dalle famiglie di contadini per la raccolta della frutta. Fortunatamente io e un mio candidato alle comunali, Gianluca Marzadro, stavamo rientrando da un giro in bici e abbiamo notato gli stracci che ricoprivano il manto erboso con tanto di lattine di birra vuote. Ci siamo recati a casa per prendere guanti e borse per ripulire la zona e mentre stavamo impacchettando tutto abbiamo scovato sotto una maglia un accendino ed una siringa. Fortunatamente non ci siamo punti ed abbiamo provveduto a sistemare l’area e gettare i rifiuti nelle immondizie. A conti fatti il bottino è stato di: una felpa, una maglia, uno zaino vuoto, un paio di slip da donna, 5 lattine di birra, accendino e siringa. Inutile sottolineare che nell’ultimo periodo c’è stato più movimento del solito e il ritrovamento di alcuni giorni fa ne è la prova.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 2/9/2010 alle 13:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
politica interna
Ripresa dei lavori
29 agosto 2010
L'estate sta finendo. Peccato per il clima che si avvia ad un abbassamento delle temperature ma fortuna per la politica. Si perchè la bella stagione segna in qualche modo un netto stop a tutte le iniziative legate alle attività di tipo politico. Colpa del caldo e delle ferie credo!
Ora però siamo quasi a settembre e la macchina si è rimessa in moto. Proprio l'altro giorno ho presentato in consiglio comunale due interrogazioni inerenti la sosta abusiva degli zingari e lo spandimento di acqua preveniente dall'impianto di irrigazione della scuola materna. Nei prossimi giorni porterò all'attenzione del consiglio importanti tematiche che saranno oggetto di approfondimento su questo blog. Vorrei dare la possibilità a tutti di tenere monitorata da mia attività di consigliere comunale direttamente da filippopataoner.ilcannocchiale.it.





permalink | inviato da Filippo Pataoner il 29/8/2010 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Nessuna deroga: no al campeggio abusivo
30 giugno 2010
Ribadisco con forza la necessità di prendere decisioni più appropriate in merito a fatti illeciti che necessitano di una condanna e non di un supporto da parte di nessuno, ne tantomeno di un'amministrazione comunale:

L'Adige 30-06-2010 pag 32



Clicca per ingrandire



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 30/6/2010 alle 7:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Campeggio abusivo al campo da calcio
29 giugno 2010
Dal primo pomeriggio di ieri una nutrita folla di camper e macchine ha letteralmente preso d'assalto il piazzale del campo sportivo di Nogaredo. Prima di entrare nello specifico vorrei ricordare che l'area in questione è provvista di adeguata cartellonistica verticale recante il divieto di campeggio e sosta in quell'area. Nonostante questa prescrizione i "campeggiatori", tutti di entinia rom, hanno deciso di sostare. Fin qua nulla di particolarmente strano, se non chè oggi erano ancora al loro posto. Anzi, si sono aggiunte nuove unità. Questo perchè il nostro neo eletto sindaco ha applicato una legge provinciale, nello specifico la n. 33 del 13 dicembre 1990 secondo la quale vi è la possibilità di sosta e accampamento in quell'area. Per tale motivo i rom presenti dovranno sgomberare l'area non dopo le 18.30 di mercoledì 30 maggio. 
Evidentemente tale scelta è dettata da una pura ideologia politica cara a quei partiti di sinistra per i quali la legge può essere aggirata. Questo perchè se analizziamo tale legge troviamo che all'articolo 13 si parla espressamente di Divieto di Campeggio:

"A supporto del turismo itinerante la sosta di autocaravan, anche senza l'osservanza delle condizioni indicate nel comma 2, è consentita, purché non eccedente le quarantotto ore, in aree appositamente individuate ed attrezzate dai comuni o da soggetti privati, che potranno disporre anche in ordine alle relative tariffe".

In questo caso è evidente che la zona non è individuata come area appositamente dedicata come invece concesso dal sindaco.
Io rilancio un deciso NO alla scelta del primo cittadino e mi stupisce che i membri della maggioranza possano permettere questo tipo di lassismo. La legge deve essere rispettata e deve essere garantita la sicurezza dei miei concittadini. Senza contare che poi saranno i dipendenti comunali a dover ripulire le immondizie che lasceranno i "campeggiatori" abusivi e non la signora sindaco.



Sul tema interverrò anche in consiglio comunale proponendo misure per arginare questo tipo di situazioni. Sperando che in futuro ci sia più legalità da parte dell'amministrazione comunale.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 29/6/2010 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
politica interna
Giovedì primo consiglio
2 giugno 2010
Giovedì 3 giugno alle ore 20.00 c/o il municipio di Nogaredo si terrà il primo consiglio comunale con la trattazione dei seguenti ordini del giorno:

- Esame delle condizioni di non candidabilità, eleggibilità, ineleggibilità ed incompatibilità alla carica di Sindaco/Consiglieri comunali e relativa convalida con giuramento.
- Comunicazione da parte del Sindaco della composizione della giunta comunale.
- Esame ed approvazione della proposta del documento programmatico contenente gli indirizzi generali di governo.

Sarà un bel momento e per questo vi invito a partecipare numerosi. Per quanto mi riguarda ascolterò e ribadirò quanto detto in questa campagna elettorale; esiste un programma della lista Nogaredo Guardiamo Avanti e per quanto possibile cercherò di portarlo a termine.



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 2/6/2010 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
politica interna
Nuovo sindaco, buon risultato di Pataoner
18 maggio 2010
Anche il giornale di oggi parla dell'ottimo risultato che abbiamo ottenuto. Che dire, la soddisfazione è tanta nell'apprendere l'interesse dei media nei nostri confronti. Avanti così e congratulazioni a tutti i neo eletti.


L'Adige 18/05/2010 pag. 8



Clicca per ingrandire



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 18/5/2010 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Considerazioni post voto
17 maggio 2010
Nogaredo Guardiamo Avanti taglia il traguardo con il 18,92% dei consensi. A scarso di equivoci diciamo subito che non abbiamo vinto le elezioni. Il risultato ottenuto è sicuramente un dato importante considerando le preferenze espresse e deve essere da stimolo per tutti noi. Ammetto che personalmente sono soddisfatto soprattutto per il lavoro svolto dai candidati in lista, i quali evidentemente hanno lavorato bene in questo periodo. Da questo punto di arrivo partirò ora per fare la gavetta in consiglio comunale e dimostrare che c'è ancora tanto da dare e fare. 



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 17/5/2010 alle 21:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Verso il voto
13 maggio 2010

Domenica si vota per il rinnovo del consiglio comunale di Nogaredo. È un appuntamento importante che inciderà profondamente sul futuro di questo piccolo paese della Destra Adige.

Negli incontri con la popolazione, iniziati già alcuni anni fa, è emersa la necessità di un comune più snello, in grado di dialogare di più, per fare in modo che il ruolo di un’amministrazione torni ad essere dialogo costruttivo con chi il paese lo vive. Parallelamente dovremo sforzarci nel dialogare maggiormente con chi ci sta accanto, per garantire servizi migliori a tutti i cittadini.

In quest’ottica propositiva tutti noi dobbiamo saper “Guardare Avanti”, con tenacia e vigore, per fare in modo che Nogaredo sia un paese di seria A e non la periferia di Rovereto.

Ecco perché il nostro programma di legislatura non lancia slogan ad effetto o false promesse, ma opere indispensabili per garantire un livello di vita meritato agli standard che un comune come il nostro deve avere.

Con la preparazione di candidati esperti in vari campi, dai laureati in economia e giurisprudenza, dagli imprenditori agricoli passando per gli operai, dirigenti e liberi professionisti, la lista NOGAREDO GUARDIAMO AVANTI è composta da uomini e donne motivati e tenaci.

L’impegno che ci siamo assunti dovrà trovare il vostro consenso per farci crescere come amministratori a tempo pieno nel comune, puntando sul futuro delle risorse di Nogaredo.

Filippo Pataoner




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 13/5/2010 alle 20:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Verso la meta
12 maggio 2010
Tiriamo un bilancio finale sulle assemblee pubbliche di queste settimane. Devo dire che come lista siamo stati molto soddisfatti degli incontri, sia per la partecipazione in termini numerici che per i contenuti espressi. Abbiamo infatti spiegato varie tematiche inerenti il nostro programma ma soprattutto le soluzioni da adottare per reperire più fondi da investire in opere comunali. Di grande interesse è stata la serata di ieri sera, nella quale ci siamo confrontati fra candidati sindaci, facendo emergere le diversità che caratterizzano i nostri caratteri e le differenti soluzioni che proponiamo. Ammetto che è stato un bel momento, soprattutto per dimostrare che essere giovani non vuol dire essere impreparati, ma al contrario, avere risorse e conoscenze in più da sfruttare con la giusta energia. Energia che ieri sera mancava a qualche candidato/a presente con me sul palco ;)

L'Adige 12/05/2010 pag. 35 


Clicca per ingrandire



permalink | inviato da Filippo Pataoner il 12/5/2010 alle 11:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Volontariato e associazioni
9 maggio 2010

Il mondo del volontariato rappresenta una realtà consolidata nella nostra Regione e Nogaredo non è da meno. Anzi, se consideriamo il rapporto abitanti/associazioni il nostro Comune di colloca in una posizione privilegiata rispetto alla media di moltissimi altri comuni. Ciò però non deve far dimenticare l’importanza fondamentale che il comune riveste nel supportare e potenziare le attività di volontariato e le associazioni presenti. Nella maggior parte dei casi queste micro realtà non svolgono solamente una funzione prettamente aggregativa, ma investono tempo e denaro per la sistemazione di arredo urbano e del miglioramento in generale della loro “zona di competenza”. Volontà di questa amministrazione è aiutare economicamente le varie associazioni a migliorare il territorio nel quale operano attraverso aiuti concreti.

Economia di frazione: saranno interpellati i presidenti delle Pro Loco e delle varie associazioni di volontariato per destinare una parte delle entrate in progetti ben strutturati e fattibili di miglioramento ambientale delle varie frazioni. Se partiamo dal presupposto che sono gli abitanti di un determinato luogo a conoscere problemi specifici, è doveroso dare la possibilità di risolvere al meglio le criticità riscontrate. In ogni caso sarò doveroso vigilare sull’operato delle associazioni per indirizzare al meglio i fondi destinati.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 9/5/2010 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Energia e ambiente
7 maggio 2010

Manca nel nostro comune una sensibilità amministrativa idonea a garantire uno sviluppo energetico integrato con l’ambiente rurale tipico della nostra zona a vocazione agricola.

La certificazione Emas: Oggetto di questa amministrazione sarà puntare ad attuare meccanismi di politiche energetiche eco-compatibili per intraprendere un processo di accreditamento Emas già avvenuto in alcuni comuni limitrofi. La certificazione Emas consiste in un percorso di crescita sociale al fine di migliorare la politica ambientale e i servizi offerti a tutti i cittadini, impiegando risorse per:

- Promuovere la sensibilizzazione di dipendenti e censiti verso la protezione ambientale con programmi di formazione;

- Dotarsi di un Sistema di Gestione Ambientale per perseguire il miglioramento continuo, teso alla riduzione delle incidenze ambientali delle proprie attività e di quelle sulle quali hanno o possono avere influenza;

- Iniziare a puntare sulla valorizzazione dell’ambiente puntando sull’utilizzo di energia elettrica derivante da fonti di energia rinnovabili e sugli interventi di edilizia sostenibile.

- Attenta disciplina volta alla salvaguardia dell’ambiente naturale ed alla prevenzione di impatti (impatto visivo e impatto luminoso) e di inquinamenti da parte di sostanze pericolose.

Più programmazione equivale a servizi migliori e meno sprechi.




permalink | inviato da Filippo Pataoner il 7/5/2010 alle 19:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio